COMUNICARE LEGNO - IL MAGAZINE DIGITALE E INTERATTIVO PER LE CASE IN LEGNO E LE ARCHITETTURE SOSTENIBILI

Laboratorio sculture in legno Perathoner a Pontives (Bz) - Bergmeisterwolf Architekten

 

L’idea di partenza si ispira al lavoro degli artigiani intagliatori del legno, ai loro strumenti, alla loro passione e parte da un blocco di legno non lavorato sviluppandosi poi come nelle lavorazioni dell’intaglio che diventa il tema centrale della progettazione. Il lotto è situato in una posizione strategica per chi cerca di raggiungere la Val Gardena da Chiusa o da Bolzano che favorisce la curiosità dei visitatori.

 

 

La nuova costruzione, in linea con l’antica tradizione dell’artigianato artistico del legno della Val Gardena, vuole denunciare la sua identità allo stesso modo sia dall’esterno che dall’interno rivelando un luogo dove vengono prodotti degli oggetti artistici di grande valore.

Al piano terra si trova un ampio spazio espositivo in parte sviluppato su due livelli.
Il blocco sembra avere una facciata [continua] che vive; i suoi movimenti, diversi l’uno dall’altro secondo i vari punti di vista, generano delle variazioni di colore diventando a volte più chiari e a volte più scuri. Questo susseguirsi di cambiamenti è simile ai differenti stadi che caratterizzano il processo di produzione artistica e artigianale.

 

Lo stesso discorso vale per la facciata: un movimento, una piega, un continuo cambiamento.
Proprio le pieghe, gli intagli, le incisioni e le aperture rendono la costruzione interessante dal punto di vista architettonico, valorizzando quei movimenti così ricercati nell’architettura oltre a rispondere ad un sistema costruttivo basato su triangolazioni autoportanti. In questo sistema di continue triangolazioni e pieghe vengono ricavate delle aperture per favorire l’illuminazione.


L’edificio ha la forza di sostenere la propria identità come una scultura senza tuttavia estraniarsi dal suo contesto e diventandone anzi parte.
La facciata è rivestita di scandole in larice. Questo rivestimento allude al blocco di legno grezzo non ancora rifinito. L’invecchiamento irregolare delle scandole nel tempo andrà a rafforzare l’idea iniziale del processo scultoreo.


Di notte, grazie alle luci che fuoriescono dalle aperture e ai bagliori che definiscono le pieghe, si viene a creare un’immagine particolarmente suggestiva. La luce si trasforma in un elemento architettonico caratterizzante che, oltre a partecipare agli spazi, ne sottolinea il valore.

 


SCHEDA PROGETTO

Ubicazione
Pontives (Bz)
Area terreno
1.801 m2
Area edificata
1.660 m2
Volume costruito
2.708 m3

Committente
Ulrich Perathoner sas
Progettazione
Bergmeisterwolf Architekten
Collaboratori architettura
Rolan Decarli, Peter Reichhalter, Ana Soares, Marina Gousia
Progettazione strutturale
Scherentewein & Partner
Coordinatore sicurezza
Planalpin

LINK
www.bergmeisterwolf.it

FOTOGRAFIE
Günther Richard Wett

Riceverai gratuitamente sul tuo computer l’ultimo numero di Comunicare Energia